La 41ma edizione del Campionato Invernale di Punta Ala è ripartita con grande qualità e partecipazione.

La 41ma edizione del Campionato Invernale di Punta Ala è ripartita con grande qualità e partecipazione.

Mer, 27/10/2021 - 11:31

Punta Ala torna ad essere un punto di riferimento dell’attività di altura invernale grazie alla cresciuta partecipazione, numerica e qualitativa, e all’impegno del Club per avere “in campo” una giuria importante e servizi in mare e a terra di assoluto rilievo. Questo è il biglietto da visita dello Yacht Club Punta Ala che rimane invariato in tutte le competizioni che vengono organizzate nella splendida location toscana.
 
Nella prima giornata del 24 ottobre il Golfo ha regalato 2 prove svolte con un bel vento di 18/20 nodi da nordest che hanno impegnato a fondo le 18 imbarcazioni iscritte.
Un primo ed un secondo per i due battistrada iniziali del campionato: Betta Splendens il Comet 38 di Patrizio Olivo (2,1) e Triple 9 di Andrea Gancia (1,2), tutti e due soci del circolo organizzatore Yacht Club Punta Ala. Alle loro spalle il First 40.7 Razza Clandestina di Leonardo Landi dello Yacht Club Talamone.
 
Davvero un bell’inizio per un’attività che fa da anello di congiunzione tra una stagione che si chiude e la successiva che vedrà come sempre lo YCPA impegnato nelle grandi regate di altura nazionali.
 
Una menzione particolare va alla Marina di Punta Ala che anche in momento difficile, causa importanti lavori di riqualificazione, ha saputo gestire al meglio l’assistenza agli ormeggi dei concorrenti.
 
Appuntamento al 7 novembre per la seconda giornata dell’invernale 2021/2022.