Torna il Gavitello d’Argento-Yacht Club Challenge Trophy

Torna il Gavitello d’Argento-Yacht Club Challenge Trophy

Ven, 06/03/2015 - 08:29

Dopo il successo della prima edizione, animata da ben dodici squadre, per un totale di 36 barche, e conclusa con la vittoria del team dello Yacht Club Parma formato dal Sydney 46 GLS Stella, dal Farr 40 Farr Marmo e dall’M37 Coconut, il Gavitello d’Argento-Yacht Club Challenge Trophy Bruno Calandriello è pronto per tornare ad animare la stagione di vela d’altura con la sua formula innovativa e il conseguente, notevole interesse riscosso tra circoli velici ed armatori.
Sono già parecchie, infatti, le richieste pervenute allo Yacht Club Punta Ala, il sodalizio toscano che con il supporto degli sponsor Prysmian e Pharmanutra ha ideato e lanciato questa competizione a squadre di club, in previsione della seconda edizione del trofeo challenge istituito per ricordare lo storico Presidente dello YCPA Bruno Calandriello, in programma nelle sempre ventose acque che circondano il promontorio di Punta Ala da giovedì 4 a domenica 7 giugno (prime regate venerdì 5).
Un interesse notevole che al momento coinvolge alcuni dei principali circoli velici italiani, attirati da questa sfida per club che riprende la formula adottata tanti anni fa dalla leggendaria Settimana delle Bocche. Formula che in questo caso prevede la partecipazione di squadre di circolo formate da tre imbarcazioni ciascuna, due con certificato di stazza IRC e una con certificato ORC International, che si sfideranno in una serie di prove tra le boe e in una regata costiera per conquistare l’ambito trofeo challenge vinto l’anno scorso dallo Yacht Club Parma, oltre che per altri importanti trofei tra cui la combinata con la celebre regata d’altura 151 Miglia, in programma la settimana precedente tra Livorno e Punta Ala.
“Lo Yacht Club Challenge Trophy Bruno Calandriello è nato per valorizzare al massimo il legame tra armatore, equipaggio e club, e punta a far emergere l’orgoglio di scendere in acqua con addosso i colori e la storia del proprio circolo, di fare squadra nella sfida, di vivere il mare con passione e condivisione di questi valori”, ha dichiarato Alessandro Masini, Presidente dello YC Punta Ala. “Si tratta di un approccio alla vela moderno, ma allo stesso tempo tradizionale, nel più assoluto fairplay e nel pieno e originario spirito che ha sempre contraddistinto le regate fin dalla loro nascita, sfide basate sul rispetto dell’avversario e sul forte spirito di appartenenza al proprio sodalizio; ci auguriamo che anche quest’anno i circoli vogliano rispondere al nostro invito, sarà un piacere averli con noi”.